Chi sono le mamme e le cartelle

Per le persone moderne, l'appello "madre" e "cartella" non è altro che un appello ai loro genitori. Ma non è stato sempre così.

Per cominciare, la parola "papà" non è, in linea di principio, russa. Questa parola è presa in prestito dalla lingua francese ed è stata usata nell'alta società con un'enfasi sulla seconda sillaba "papA" (i bambini contadini non conoscevano madri e padri). Da tempo immemorabile, un genitore è stato avvicinato da: padre, papà, zia, madre, madre, madre. E solo nel XX secolo le parole "mamma" e "papà" erano radicate in russo.

Inizialmente, la parola "cartella" significava pane bianco o rotolo, oltre al cartone (di nuovo, l'influenza del francese e del tedesco).

La parola "madre" significava una donna un'infermiera o un'insegnante. Per inciso, tutti gli eredi russi avevano madri (infermiere) e questo era un momento politico molto importante, poiché le loro madri erano straniere, la presenza di fratelli e sorelle da latte non rendeva l'erede alieno, ma completamente suo.

Infermiera o

Le infermiere reali sono state selezionate con estrema attenzione. Dovrebbero avere una salute eccellente e latte di qualità. E anche per vivere in quei villaggi dove le truppe non si fermavano.

Per il suo servizio, l'infermiera ha ricevuto un grande stipendio, alla fine del lavoro avrebbe dovuto costruire una casa. I fratelli e le sorelle degli eredi ricevettero anche pagamenti regolari e successivamente gli imperatori divennero spesso le loro madrine.

La madre reale più famosa fu l'infermiera di Alessandro III. Vladimir Ollongren ha ricordato: "Ora sono consapevole che con un'incredibile miscela di sangue nella famiglia reale, queste madri erano un prezioso serbatoio di sangue russo, che si riversava nelle vene della casa dei Romanov a forma di latte e senza il quale sarebbe molto difficile sedersi sul trono. Tutti i Romanov. , che aveva madri russe, parlava russo con un tocco di gente comune. Ho spesso sentito da Alessandro III: "qualcosa di strano".

Alexander e sua madre avevano i loro segreti, parlavano a lungo. A volte la vecchia si accigliava? andò in un'altra stanza e tornò con un bicchiere d'acqua sul fondo del quale giaceva un carbone. Alla vista di questa foto, Alexander ha gridato al footman: "Sbrigati e prendi un asciugamano shaggy, altrimenti mi rovinerà il mio nuovo cappotto." La mamma prese dell'acqua in bocca e si spruzzò l'imperatore in faccia, leggendo una preghiera. "Ora niente ti porterà: né un proiettile, né un pugnale, né un malocchio", ha detto.

Alexander era molto affettuoso con lei e viziava sua madre in ogni modo possibile. E sul suo letto di morte, a Livadia, la ricordò e disse:

- Oh, se solo il vecchio fosse vivo! Sarei esploso dal carbone e avrei rimosso tutto a colpo d'occhio. E poi il professore, la farmacia .. "

Una volta lo storico S. M. Solovyov ha presentato un interessante esperimento. Parlando dei matrimoni degli zar russi con gli stranieri, ha costantemente versato acqua nel vino e ha portato tutto allo stesso 1,5 per cento del sangue russo dell'ultimo imperatore Nicola II.

Più interessante:

Caterina II "Il Grande" potrebbe in realtà essere russa, non tedesca

Perché i bambini africani hanno grandi pance

Ciò che minaccia l'attuale caldo inverno

Articoli Correlati